Legge di Bilancio: alcune disposizioni utili per lo sport dilettantistico.

legge di bilancio

All’interno della Legge di Bilancio del 30 dicembre 2020 ci sono alcune disposizioni che sono interessanti per lo sport dilettantistico.

Art. 1 c. 10

Incentivo assunzioni under 36: a tempo indeterminato o trasformazione dei contratti a tempo indeterminato.

Quando si può:

  • per assunzioni effettuate nel biennio 2021/2022
  • per lavoratori che alla data di assunzione a tempo indeterminato (o trasformazione) non abbiano compiuto il 36mo anno di età
  •       per lavoratori che non abbiano già e mai avuto un contratto di lavoro a    tempo indeterminato (fatto salvo           rapporti di lavoro in contratto di apprendistato non confermati al termine del periodo formativo);
  • se il datore di lavoro nei sei mesi precedenti l’assunzione non ha attuato licenziamenti per giustificato motivo oggettivo (cosa alquanto rara con il blocco dei licenziamenti in contesto COVID periodo emergenziale);
  • le predette disposizioni sono riconosciute per una durata di 48 mesi per le realtà ubicate nelle regioni: Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna;

Cosa comporta:

  • determina esonero dei contributi INPS a carico del datore di lavoro (con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL) pari al 100%, per un periodo di 36 mesi e nel limite massimo annuale pari ad € 6.000,00;
  • il datore di lavoro nei nove mesi successivi all’assunzione incentivata non deve procedere, per non vedersi revocare l’esonero e dover restituire l’incentivo, a licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo, fatto salvo per lavoratori con differente qualifica;

NB: L’incentivo non si applica alle prosecuzioni di contratto di apprendistato e l’efficacia è subordinata all’autorizzazione della Commissione UE.

Art. 1 c.16

Incentivo assunzioni donne: a tempo indeterminato o trasformazione dei contratti a tempo indeterminato per il biennio 2021/2022

Quando si può:

  • per lavoratrici di qualsiasi età prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi e residenti in regioni ammissibili e individuate con specifico Decreto del Ministero del Lavoro
  • di lavoratrici di qualsiasi età prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi ovunque residenti;
  • l’assunzione deve determinare un incremento occupazionale netto tra i lavoratori occupati in ciascun mese e il numero dei lavoratori mediamente occupati nei dodici mesi precedenti;

Cosa comporta:

  • l’agevolazione è pari all’esonero del 100% dei contributi INPS carico datore di lavoro, nel limite massimo pari a € 6.000,00 annui;
  • durata dell’esonero: 18 mesi;

NB: L’efficacia dell’incentivo è subordinata all’autorizzazione della Commissione UE.

Art.1 c. 300

Cassa integrazione con causale covid-19: per una durata di 12 settimane

Quando si può:

  • per cassa integrazione guadagni (CIG), assegno ordinario (FIS), cassa integrazione in deroga (CIGOD) e Fondi di solidarietà bilaterali (FSBA) 
  • per la CIGO le 12 settimane devono essere collocate nel periodo tra il Primo gennaio e il 31 marzo 2021;
  • per Fis, Cigod e Fsba le 12 settimane devono essere collocate nel periodo tra il Primo gennaio e il 30 giugno 2021;

Come?

La domanda è da inoltrare all’INPS entro la fine del mese successivo a quello in cui ha inizio il periodo di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa; inoltre la cassa integrazione è utilizzabile per tutti i lavoratori assunti dopo la data del 25/03/2020 e in ogni caso in forza alla data del 30/12/2020.

NB: I periodi di cassa integrazione di cui al DL 137/2020 (sei settimane) collocati in un periodo successivo al 01/01/21, se autorizzati da INPS, sono imputati alle predette 12 settimane.

Art. 1 c. 306

Esonero versamento contributi per chi non utilizza la cassa integrazione: per ulteriore periodo di massimo 8 settimane (entro 31.03.2021)

Quando si può: 

Per i datori di lavoro che non hanno richiesto/utilizzato le predette 12 settimane di cassa integrazione; la base di calcolo e il limite dell’esonero si contano sulle ore di integrazione salariale già fruite nei mesi di maggio e giugno 2020.

NB: Il beneficio è subordinato all’autorizzazione della Commissione UE.

Art. 1 c. 309

Blocco dei licenziamenti fino al 31 marzo 2021: per giustificato motivo

Quando NON si applica:

  • in caso di licenziamento motivato dalla cessazione definitiva dell’attività di impresa, ma conseguente alla messa in liquidazione della società;
  • nelle ipotesi di accordo collettivo aziendale di incentivo alla risoluzione del rapporto, stipulato dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative.

Art. 1 c. 36

Sospensioni versamenti contributivi ed erariali: previdenziali e assistenziali, delle ritenute e dell’IVA.

Quando si può: 

Quando le associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato e operano nell’ambito di competizioni sportive in corso di svolgimento ai sensi del D.P.C.M. 24 ottobre 2020.

Cosa comportano:

  • sospesi dal 1° gennaio 2021 al 28 febbraio 2021 i versamenti delle ritenute alla fonte, di cui agli articoli 23 e 24, D.P.R. 600/1973, che asd/ssd operano in qualità di sostituti d’imposta. 

Si fa riferimento alle ritenute sui redditi di lavoro dipendente e assimilato e non riguarda le ritenute su premi e compensi sportivi di cui all’art. 67 del d.p.r. 917/1986; 

  • sospesi dal 1° gennaio 2021 al 28 febbraio 2021 i termini relativi agli adempimenti e ai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria (INAIL). 

Tale sospensione è strettamente inerente ai rapporti di lavoro subordinato.

NB: I versamenti sospesi sono effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 30 maggio 2021 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 24 rate mensili di pari.

Art. 1 c. 1098

Credito di imposta per adeguamento ambienti di lavoro da COVID

Quando si può:

Spetta anche ad associazioni e altri entri privati, compresi gli Enti del terzo Settore, in misura pari al 60% delle spese sostenute nel 2020. 

NB: Questo credito può essere ceduto entro il 30/06/2021.

Art. 1 c. 324

Programma di politica attiva per il lavoro

E’ stato istituito il programma nazionale denominato “garanzia di occupabilità dei lavoratori” per l’inserimento occupazionale, mediante erogazione di servizi specifici di politica attiva del lavoro.

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest